Relazione al Bilancio anno 2015 – Assemblea Annuale dei Soci – Genova 08 Maggio 2016

Come ogni anno prima di analizzare i numeri del bilancio vorrei sottolineare la nostra mission e il grande impegno che stanno all’ombra della pura matematica. Infatti più che di aspetti economici la solidarietà è fatta di persone che con grande impegno, passione, generosità e gratuità offrono parte del loro tempo a favore di chi è in situazioni di difficoltà e disagio. Amri da questo punto di vista ha una grande fortuna, pur non essendo numerosi, i suoi volontari sono veramente appassionati e si dedicano con intensità alla vita associativa. A questo proposito lancio un appello a tutti i soci, in particolare a quelli che abitano più vicino al Gaslini, affinchè non facciano mancare la loro disponibilità ad unirsi a noi. Una ricca presenza di volontari favorisce il raggiungimento degli obiettivi dell’associazione ossia quelli di supportare le famiglie in difficoltà e di sostenere la ricerca scientifica. Dobbiamo dire un grazie speciale a tutti i volontari in attività, e permettetemi di citarne uno in particolare: Amalia che nel corso del 2015 (e in questi primi mesi del 2016) ha garantito continuità d’azione alla nostra segreteria con abnegazione e disponibilità impareggiabili. Non possiamo dimenticare di ringraziare il prof. Alberto Martini, a cui vanno anche le nostre più vive congratulazioni per il nuovo e prestigioso incarico di Direttore Scientifico del Gaslini. Un grazie allo staff medico ed infermieristico e ai ricercatori che con dedizione lavorano per migliorare la salute, e quindi la vita, dei nostri figli, al Comitato d’Onore che magistralmente coordinato dalla sig.ra Susanna Pescante sostiene sempre le nostre attività. Riconoscenza alla madrina di Amri Valeria Marini che non perde occasione per sostenere i bambini ammalati e che ogni Natale si reca in ospedale per portare di persona il suo augurio, ricolmo di doni, ai piccoli ricoverati. Altrettanto alla nostra testimonial Valeria Monetti sempre attenta e disponibile ad aiutare Amri. Anche i dipendenti e i collaboratori: Grazia, Maria, Pietro e Roberta si sono distinti per l’impegno profuso che è andato ben oltre l’aspetto professionale. Grazie a tutti.

Passiamo ora al dettaglio del bilancio consuntivo al 31/12/2015.
 

Passiamo ora ad analizzare in dettaglio il BILANCIO CONSUNTIVO.

 

ENTRATE – Quote sociali: il notevole incremento della voce è dovuto al balzo in avanti del numero dei soci rispetto allo scorso anno. Sono tante le famiglie che usano i nostri appartamenti anche se non sono ricoverate in Pediatria II e quindi diventano soci Amri. Bomboniere: le entrate sono stabili e grazie al prezioso lavoro delle volontarie che si dedicano al loro confezionamento i risultati sono sempre ottimi. Un grazie particolare a loro. Raccolta Fondi e Donazioni: anche in questo caso l’entità della voce rimane costante, anche se in leggera flessione. Non possiamo esimerci di ringraziare di cuore tutte le persone che sostengono in vari modi le nostre attività. Recupero spese affitto: in linea con gli anni precedenti. Le richieste sono sempre maggiori della nostra disponibilità e cerchiamo di gestirle al meglio. Evento 30/03: grande serata di raccolta fondi a favore di Amri organizzata dal nostro Comitato d’Onore a Roma Gadget: piccola voce che comunque permette all’associazione di veicolare il suo messaggio in tante maniere diverse. Biglietti auguri: importo in leggera flessione non certo per la mancanza di impegno e la bravura delle volontarie che ne curano la preparazione a cui vanno i nostri ringraziamenti. Convenzione Gaslini: questo introito e dovuto al fatto che Amri partecipa insieme ad altre associazioni che si occupano di accoglienza alla Associazione Temporanea di Scopo (ATS) istituita dal Gaslini ed è un piccolo contributo che l’Istituto, attraverso finanziamenti regionali, eroga per favorire l’accoglienza di quelle famiglie che occupano gratuitamente, stante le loro precarie condizioni economiche, i nostri appartamenti. Varie: questo importo comprende alcuni rimborsi ricevuti per errate fatturazioni o contributi per la partecipazione di volontari Amri a convegni Fondi 5 x 1000: nel corso del 2015 abbiamo ricevuto l’importo relativo al 2013. Un grazie sincero a tutte le persone che hanno destinato questa quota a Amri. Come si nota dal bilancio questi fondi sono fondamentali per la vita associativa e quindi dobbiamo sempre sollecitare ogni contribuente che conosciamo a scegliere il nostro codice fiscale 96018220184.

USCITE – Spese per manifestazioni : spese in linea con l’anno precedente. Spese di gestione: la voce maggiore è quella relativa ai collaboratori e professionisti anche se in netto calo rispetto al 2014. Questo è dovuto al fatto che la ricercatrice Federica Penco non è più a carico di Amri, ma può continuare il suo lavoro grazie a fondi Telethon. I compensi per la segretaria, la psicologa e l’addetto alle relazione esterne sono solo in parte da annoverare tra le spese di gestione in quanto il loro lavoro è rivolto in gran parte a favore dei bambini e delle famiglie. Uscite significative di questa voce sono poi i rimborsi per spese viaggi dei consiglieri e dei volontari che sono aumentate. Amri è presente in diverse organizzazioni nazionali e grazie alla sua azione le malattie reumatiche infantili, spesso rare, sono portate all’attenzione delle istituzioni e dei tavoli di discussione. Le spese telefoniche, postali e di segreteria sono in linea con gli anni passati. Netto calo della voce materiale didattico e ludico, ma in questo caso siamo a disposizione per soddisfare le richieste che ci pervengono dalle maestre del reparto e dai volontari che in esso vi operano. Evidentemente abbiamo ancora scorte dello scorso anno. Le uscite per il Giornalino sono notevolmente incrementate, ma come ricorderete una fattura di competenza del 2014 era stata pagata ad inizio del 2015. Netto calo anche degli importi cancelleria così come per la voci assicurazione volontari e sicurezza sul lavoro e commercialisti e consulenze, ma queste voci l’anno scorso erano condizionate dal progetto Celivo. Nelle spese varie sono compresi alcuni costi che ci sono stati erroneamente fatturati Sostegno alle famiglie: i contributi alle famiglie sono nettamente diminuiti stante le nuove procedure messe in campo dall’associazione per erogarli. Amri non vuole certo limitare il sostegno alle famiglie, ci mancherebbe, ma le richieste devono essere fatte in maniera limpida presentando tutti i documenti richiesti (ISEE). Purtroppo avevamo riscontrato negli anni passati alcuni abusi da parte delle famiglie. La diminuzione delle spese della gestione degli appartamenti è dovuta al fatto che alcuni proprietari degli stessi hanno accolto il nostro appello affinchè gli affitti venissero abbassati e a minori spese per la loro gestione.

RISULTATO D’ESERCIZIO – Dobbiamo registrare un risultato positivo che va oltre le nostre aspettative, visto l’andamento dei conti del 2014. Come abbiamo già scritto sopra nel 2015 non c’è più stato il costo della ricercatrice e abbiamo cercato al massimo di limitare i costi. Questo importo verrà accantonato per l’acquisto di un ecografo da donare al DH della Reumatologia.

BILANCIO PREVENTIVO 2016 – Come sempre il bilancio stilato è molto ambizioso in quanto oltre a cercare di mantenere e se possibile migliorare i servizi già erogati abbiamo intenzione, oltre che di donare l’ecografo, di sostenere il progetto della nostra psicologa dott.ssa Roberta Russo, coadiuvata dalla dott.ssa Ariela Iacometti, sul benessere delle famiglie in cui si trovano pazienti affetti da AIG (vedere nel dettaglio la parte relativa del Bilancio Sociale) e anche altri progetti che insieme al nuovo direttore del reparto, prof. Angelo Ravelli, andremo ad individuare a breve.

BILANCIO SOCIALE 2015 – Come già dicevo in apertura la pura matematica non serve ad illustrare l’opera di volontariato che Amri mette in campo a favore delle famiglie e quindi vorrei qui sottolineare alcuni numeri diversi. Soci: l’incremento nel numero dei soci è stato veramente notevole e siamo riusciti ad abbattere il muro degli 800 (816 per la precisione). Grande merito per questo risultato va alla fattiva collaborazione con lo sportello Accoglienza del Gaslini. Appartamenti: le famiglie ospitate nel corso del 2015 negli appartamenti Amri sono state 433 (+30% rispetto al 2014) con permanenze che vanno dalla notte singola fino a 86 giorni. La permanenza media è di circa 7 giorni. Le famiglie ospitate gratuitamente sono state 96 (22% del totale). Più del doppio rispetto allo scorso anno. Ormai siamo “full” per l’intero anno. Grande riconoscenza ai volontari che si occupano di questo importantissimo aspetto della nostra attività, 365 giorni all’anno, e fanno si che le famiglie possano essere accolte nel migliore dei modi. Psicologa: La dottoressa Roberta Russo nel 2015 ha portato avanti diversi percorsi all’interno della vita associativa, a partire dalla partecipazione a convegni in cui testimoniare l’importanza del lavoro psicologico di sostegno alle famiglie dei bambini ammalati. Per quanto riguarda i volontari il lavoro di preparazione, selezione e coordinamento ha richiesto un plus per via della mancanza di volontari dedicati. Come sempre però il lavoro maggiore è stato realizzato svolgendo colloqui di sostegno ai genitori in reparto e osservando bambini e adolescenti ricoverati.  In particolare per queste due ultime attività sono stati coinvolti 98 nuclei familiari. Il gruppo “Genitori in cammino” dopo 7 incontri svolti ancora nel 2015 si è interrotto per dare spazio alla creazione del progetto di ricerca che si impegna a realizzare un punto di maggior contatto tra l’associazione e il Day Hospital, luogo in cui maggiormente si concentrano le famiglie in cura per AIG o altri quadri diagnostici affini, che sempre meno vengono curati in residenziale e sempre più in regime ambulatoriale. Il lavoro di ricerca sui genitori si basa su un semplice assunto: le famiglie che vivono un problema di malattia cronica necessitano di un supporto non solo concentrato sul contrastare la malattia, ma anche di uno spazio di ascolto e contenimento delle angosce che la malattia porta con sé… Se la famiglia (e in particolare il caregiver di riferimento del bambino) può vivere con meno stress le fasi della malattia, i vantaggi per la salute possono essere molto grandi. Il percorso prevede di avvicinare un campione di circa 30 famiglie e di proporre loro anche un coinvolgimento nella vita associativa. Banco Alimentare: grazie all’adesione di Amri alla Associazione Banco Alimentare della Liguria nel corso del 2015 ci sono stati assegnati 576Kg di alimenti che poi i nostri magnifici volontari hanno distribuito a 80 famiglie in grave disagio economico.

CONCLUSIONI – Ribadisco che Amri è costituita da volontari che si mettono in gioco per cercare di soddisfare al meglio i bisogni delle famiglie che stanno vivendo momenti di difficoltà. Il mio augurio è che tutte le persone che l’associazione nel corso del 2015 è riuscita ad incontrare ed aiutare, e abbiamo visto che sono state veramente tante, possano sentire l’esigenza di unirsi a noi, anche solo con un piccolo gesto, per far si che si operi sempre meglio e con continuità nel tempo. Concludo complimentandomi e porgendo i migliori auguri di buon lavoro al nuovo direttore della Pediatria II prof. Angelo Ravelli, co-fondatore di Amri nel 1992 a Pavia e un cordiale saluto a tutti.

 

Gabriele Bona – Presidente Amri