Dal 2003 Amri mette a disposizione delle famiglie una psicologa psicoterapeuta, affiancata, a partire dal 2019 da un’altra professionista specializzata nello sviluppo, per seguire al meglio sia i bambini e le bambine che i nuclei familiari.

Il supporto psicologico è necessario per elaborare l’impatto emotivo che la malattia ha sul bambino e sulla sua famiglia. La gravità di tali malattie sia nell’insorgenza, sia nella cronicizzazione, rende infatti difficile l’accettazione di questa esperienza di vita.
I genitori, sono spesso preda di ansie e preoccupazioni per il futuro dei loro figli, il che non giova al raggiungimento di un equilibrio emotivo necessario al figlio/a per non essere, a sua volta, a rischio di ansia o depressione.
I bambini o gli adolescenti che si ammalano possono sviluppare un senso di colpa per la tristezza che leggono nel volto dei genitori e possono non comprendere molte cose che riguardano la malattia, l’ospedalizzazione o le cure, vivendo con disagio e sconforto molti momenti.
Il supporto psicologico ha come obiettivo quello di aiutare i genitori a gestire l’ansia e le preoccupazioni eccessive relative alla malattia stessa e/o alle cure, offrendo un momento di sfogo (perché no!) nonché a focalizzare i compiti importanti dei genitori nei momenti difficili.
La maggior parte delle famiglie acquisisce una maggiore sicurezza e fiducia a seguito di pochi interventi di ascolto psicologico, e sono così maggiormente in grado di supportare i loro figli in questo percorso.

La psicologa Roberta Russo è presente in Reparto o in Day Hospital, il lunedì mattina e giovedì tutto il giorno, si può richiedere direttamente il suo intervento o prenotarlo attraverso la segreteria allo 0103071553.
Inoltre è reperibile telefonicamente, il mercoledì dalle 12 alle 13 al 3487429897